Close Landscapes

  • Wall-of-reeds-backlit
  • A-scar
  • A-sea-of-wheat
  • A-small-portion-of-a-burnt-circle
  • Crater-two-bands

Descrizione del Progetto

Close Landscapes

Close  landscapes è un progetto elaborato da Andrea Calabresi in sei anni di lavoro a partire da una immagine “affascinante e misteriosa”, scattata “quasi per caso” nel 2001 durante un incarico professionale in cui documentava i parchi rurali di Roma.

Il progetto, dopo le mostre newyorkesi del 2006 alla MV Gallery of Photography e presso la sede della Deloitte & Touche, è stato esposto nel 2007 per la prima volta per il pubblico italiano presso il MAC con una selezione di quattordici delle trenta opere fotografiche in bianco e nero sul tema del paesaggio.

La semplice composizione delle fotografie dall’ampio respiro a due/tre bande orizzontali, l’accurata attenzione alla resa della luce naturale – capace di conferire assoluta credibilità senza quella “furba” spettacolarizzazione di luce e contrasti a cui tanta fotografia di paesaggio ci ha abituato – spingono noi spettatori a un’intimità contemplativa e riportano sulla nostra pelle la suggestione del caldo o del freddo, dell’umido o della secchezza della terra e dell’aria che la sovrasta; evocano nei nostri orecchi i canti delle cicale, la musica del vento… i suoni tutti della natura, i profumi delle stagioni.

Come con fine sensibilità e chiarezza scrive Arno Rafael Minkkinen nella sua prefazione al volume delle fotografie di Andrea Calabresi, “ [egli] dedica un occhio alla perpetua presenza del cielo, l’altro alla palpabile superficie della terra. Tuttavia nessuna gerarchia è mostrata o voluta. Le sue immagini sembrano, invece, suggerire che ciò che accade nel cielo e ciò che accade sulla terra sia egualmente affascinante.

[…] queste immagini […] parlano di eventi naturali, delle armonie e disarmonie del rapporto tra il nostro corpo terreno e la nostra mente fluttuante. […] partecipano dell’eterno dramma del desiderio di portare il paradiso sulla terra e di innalzare il nostro essere terreno verso la sacralità dell’infinito. “
[ Arno Rafael Minkkinen, La collaborazione del cielo e della terra ]

Le fotografie sono stampate sull’ultimo lotta disponibile di carta Agfa Multicontrast Classic baritata alla gelatina ai sali d’argento, nel formato cm. 59 x 118, in edizione di 5 esemplari. Le immagini sono raccolte nel prezioso volume a tiratura limitata curato dall’autore: Close landscapes I – Andrea Calabresi, prefazione di Arno Rafael Minkkinen e testo di Andrea Calabresi, Nuovafotografia, 2006.

Dettagli del Progetto

Competenze Necessarie:

Categorie:

URL del Progetto:

Close Landscape