Ho finito ieri il corso “La stampa fine art” e sento doveroso lasciare un feedback.
Il corso è intenso, impegnativo, entusiasmante.
Andrea Silverprint di persona è come un libro aperto, qualsiasi domanda gli si possa fare lui ha la risposta, praticamente sa tutto!
Spiega e rispiega, ti disegna grafici e numeri pure al contrario senza spostare il foglio che hai davanti a te.
Sono stato fortunato anche perché ho potuto ammirarlo all’opera in quanto ha lavorato ad un bel progetto della sua compagna e insieme non si sono risparmiati in disquisizioni tecniche, analisi, prove, cambio di rivelatori e/o diluizioni in corso d’opera, velature totali, parziali, ridotte, funamboliche tecniche di mascheratura e bruciatura a contrasti variabili, con questi cartoncini che sembravano danzare sotto la luce dell’ingranditore… spettacolare, bravissimi.
Il corso mi ha insegnato una marea di tecniche e conoscenze nuove, ma soprattutto un metodo di lavoro, un modo nuovo di guardare, analizzare e pensare l’immagine.
Ovviamente ora sta a me metabolizzare tutto e fare esperienza per imparare a fare bene ciò che mi è stato insegnato.

Un corso del genere è un investimento che ti ripaghi a breve, perché finalmente eviti di sprecare tempo e materiali a fare prove inutili, commettere sempre gli stessi errori che non sai di commettere, accontentandoti inevitabilmente poi di risultati mediocri.
In una settimana hai una base solida dal quale partire per migliorare, perché sai la strada giusta da percorrere.

Lo rifarei? Si
Lo consiglio? Assolutamente si!

Felice

Devo dire che il corso che ho fatto è stata un esperienza “nutriente” tecnicamente e anche nello spirito, stimolante per la voglia di mettersi ancora con più impegno e dedizione. Il clima, poi, assolutamente amichevole e rilassato, che certamente è la miglior condizione per alleggerire l’impegno concentrato full time di un intero w.e.
Personalmente credo che provare e dedicarsi personalmente alle cose per crescere vada benone e sia anche necessario, ma credo moltissimo (in qualsiasi campo) che la competenza vada acquisita anche attraverso investimento di tempo e denaro in corsi qualificati. Si accelera l’apprendimento e la messa a fuoco di alcuni concetti che non sono nè ovvi nè sempre prossimi ad apparire autonomamente. Andrea infine è un pozzo senza fondo, non a tavola :D..ma in fatto di conoscenza. A qualsiasi boiata ti esca dalla bocca ha una risposta tecnica e soprattutto comprensibile.

Riccardo Corbetta

 

Da tempo ormai avevo raggiunto una certa padronanza nella fotografia che mi ha permesso sei mesi fa di iniziare l’avventura della professione di stampatore e sviluppatore.
Sapevo però che vi erano diverse lacune nella mia preparazione, che probabilmente in futuro avrebbero pregiudicato la riuscita dei lavori più difficili, e sapevo anche che l’unica persona che avrebbe potuto colmare queste lacune è Andrea.
Andrea è una persona squisita, che ho conosciuto qualche anno fa e visto diverse volte, in diverse occasioni, da quando provai a dargli una mano per pressare le sue stampe giganti sulle lune, a semplici e conviviali occasioni per scambiare opinioni seduti davanti a buon vino e piatti tipici.
Tuttavia non ho mai avuto occasione di provare la sua esperienza didattica, e più passavano le settimane da quando ho iniziato l’attività, più sentivo il bisogno intimo di arrivare ad una conoscenza superiore sulla stampa del bianco e nero (ma non solo quello).
Così, preso il coraggio a due mani, ho deciso di fare una “quattro giorni” di immersione totale in tutti gli argomenti della stampa, dello sviluppo, dell’esposizione; un corso personale dove Andrea si è messo a mia disposizione, solo ed esclusivamente per me.

Ebbene, è un docente eccezionale.
Ha la capacità di capire il livello di preparazione del suo allievo, e di innestarsi al punto giusto per non ripetere cose ovvie e già note, strutturando l’insegnamento con un approccio a difficoltà via via crescente, in modo da creare un vero e proprio “bisogno di sapere”.
Durante il viaggio immaginavo che al mio arrivo egli mi avrebbe fatto trovare un programma basato sulle mie supposte conoscenze, e in effetti è stato esattamente così.
Abbiamo affrontato la determinazione della sensibilità effettiva e l’esposizione per le ombre, mi ha fornito un incredibile corredo di strumenti, intesi come conoscenze, per affrontare praticamente tutti i casi, anche difficili, che in futuro potranno capitare sotto il mio ingranditore, ha travasato nel mio ottuso cervello una tale quantità di nozioni che sono qui, parzialmente istupidito, a fare ordine nelle mie idee, nel materiale che ho portato a casa (ho stampato più di cinquanta fogli di carta), negli appunti, negli schemi.
Posso dire solo una cosa: smettetela di collezionare istericamente macchinette fotografiche, scattando per il grigio medio ed illudendovi di saper fotografare, ed iscrivetevi ad uno dei suoi corsi scegliendo il livello in base alle vostre capacità; vi assicuro che la vostra vita di fotoamatori cambierà radicalmente, raggiungendo una tale consapevolezza della materia da farvi pensare a quanto si sia stati scemi per non averlo fatto prima.
Ci sono cose che si possono imparare in un solo modo: vedendole fare da un maestro, che con poche parole ma attentamente calibrate smonterà nel giro di breve tempo un immenso castello di pregiudizi e nozioni errate che fino a quel momento vi avevano ottenebrato la mente.
A quel punto tutte le cazzate che fino a quel momento potevano sembrare interessanti come caffenol, sviluppo stand ed altre simili amenità, diventeranno barzellette su cui farsi grasse risate, a spese dei soliti cialtroni che le propagandano come “tecniche alternative”.
Ringrazio anche Elisabetta per avermi onorato della sua compagnia, è la donna che ogni uomo vorrebbe avere accanto.

Sandro Presta

 

Andrea è un professionista vero, ha conoscenze impensabili, ma non fa mai pesare la sua completa conoscenza e professionalità. Ti guida con maestria e ti svela tutti i segreti possibili, non fa misteri, ed ad ogni domanda risponde in modo chiaro e competente e facendoti fare le cose più difficili con una facilità elementare. Penso che ad i suoi corsi anche un esperto si arricchirebbe, ed alla fine tutti ripartono con un bagaglio molto più grande.

Diego

 

Vorrei riportare la mia esperienza fatta ad un corso con Silverprint (Andrea Calabresi) a San Quirico d’Orcia.
Ci tengo a scrivere perché mi ha aiutato a migliorare tutta la catena di produzione di una stampa fine art. Io fotografo in BN dal 2000 e ci son voluti 15 anni per decidermi a fare un corso!
A tutti gli appassionati e autodidatti consiglio di non aspettare così tanto!

Il corso lo raccomando: l’atmosfera è ottima, l’ospitalità squisita, i materiali a disposizione infiniti. Credo sia corretto dire che si tratta di una delle poche camere oscure in Italia (l’unica, forse?) dove si può stampare 120 cm x180 cm.

Andrea è un ottimo maestro e non gli piace tenersi i segreti di fotografo per sé. In una settimana siamo partiti dall’esposizione e siamo arrivati alla stampa fine art. Il corso è stato completamente centrato sulle mie esigenze: piano dettagliato con personal trainer in camera oscura.

Anche il prezzo l’ho trovato assolutamente adeguato al corso. Ho finito quasi tre pacchi di carta e ho avuto la camera oscura a disposizione h24. Tengo a precisare che bisogna essere ben motivati per passare 35 ore in camera oscura col caldo di luglio!

Giovanni

Sono stato un fortunato partecipante del Summer Workshop a San Quirico d’Orcia!Comincio col dire che è stata una settimana veramente ricca e molto interessante.

Dal punto di vista dell’apprendimento posso dire con certezza di poter essere indipendente in qualsiasi aspetto fondamentale della fotografia analogica: scattare con una buona esposizione, sviluppare in modo intelligente una pellicola e stampare con un ingranditore su carta a contrasto variabile.

Inoltre un workshop di questo tipo, con la qualità delle lezioni svolte e dei lavori personalmente eseguiti mi ha permesso di avere un occhio in più, sia nella parte tecnica che in quella creativa: nuove conoscenze, nuove abilità. Andrea è stato un maestro ed era quello che più cercavo.

Dimitri Vergine

Ho appena concluso il workshop estivo di Fotografia Analogica e Stampa in Bianco e Nero. L’esperienza è stata una vera full immersion nel mondo della fotografia e della camera oscura. Estremamente interessante e coinvolgente è un’esperienza che consiglio a tutti gli amanti di questa tanto sottovalutata Arte. Andrea oltre ad essere un evidente professionista è un appassionato e costantemente riesce a trasmettere tutto ciò ai suoi allievi.
Grazie Andrea per tutte le cose insegnate, ci vediamo al prossimo corso!!

Marcella Ortali

In questi giorni ho partecipato ad un bellissimo corso di stampa analogica. Volevo ringraziare Andrea per avermi regalato consigli e “segreti” di un arte tanto bella quanto affascinante ….. Spero di partecipare presto ad altri incontri come questo.
….. Imparare ha sempre un sapore così intenso che ti lascia sempre il desiderio di riassaporarlo.

Stefano Biserni

Prima di tutto ancora complimenti per il corso. Sono tornato a casa molto motivato e con meno “paura” della camera oscura :). Ottimo corso!!!
La cosa cosa che più mi hai lasciato è la consapevolezza di quanto bisogna essere consapevoli di quello che si sta facendo (scusa il gioco di parole), sia in camera oscura, ma soprattutto come “fotografo” (metto tra virgolette perché è una parola grossa)…

Fabrizio

Ciao Andrea
Grazieeee!!!!!!! In primis per la tua grande ospitalità e poi per l’immensa Pazienza che hai avuto con uno zuccone come me :wall: ; Grazie per avermi insegnato un metodo di lavoro di stampa (e non solo) validissimo con dei risultati strabilianti ^:)^ . Ho imparato più con te in questi due giorni e mezzo di corso che in quasi due anni di lavoro :D .

P.s. in questi giorni ho ordinato il materiale che mi mancava e domenica comincio a ristampare il lavoro sull’america e mettere in pratica quello che ho imparato . :D
Ciao a presto!

Ernest

 

Terminato da poco il corso di Andrea “dallo Scatto alla Stampa”. E’ stata una rivoluzione per me, abituato a prendere info a destra e manca, dubbi tempi di sviluppo “standard” e pseudo-tecniche di esposizione senza alcun fondamento scientifico dai vari MassDevChart etc etc…

Con Andrea, in soli 2.5gg di full-immersion, ho innanzitutto capito (ed accettato :() che tutte le mie immagini scattate da due anni a questa parte sono errate. Ma la cosa più importante per me è stata quella di fissare in mente, con le sue lezioni, delle regole di base con relativo metodo di lavoro base, su cui poi sviluppare il mio futuro e personale (speriamo..) flusso di scatto/sviluppo/stampa relativo alla mia catena fotocamera/pellicola/tools di sviluppo & stampa.
Grazie mille Andrea!!!

Giuseppe Ciancia


Ciao Andrea,
Innanzi tutto vorrei ringraziarti  per l’accoglienza e disponibilità che ci hai dato in questi giorni…
Ringraziarti anche per la pazienza che hai avuto nei miei confronti…
Ringraziarti per non esserti risparmiato nell’insegnarci moltissime cose…
Ti faccio i complimenti per la voglia che hai d’insegnare!
Ho visto in altri il solo voler far cassa senza lasciarti poi in mano nulla o quasi.
Ripensando a ieri, mi hai aperto una porta, che io credevo non esistesse, nella camera oscura e mi rendo veramente conto di averne appena varcato la soglia d’ingresso. Avrei voluto ricominciare stamattina per non perdere nulla di ciò che ieri ho appreso o quanto meno capito!

Matteo Lazzerini

 


L’avventura è finita, sono tornato alla mia quotidianità. Cosa mi è rimasto dell’esperienza avuta? Questa è la domanda che le persone a me più vicine pongono. Com’è Andrea? Be’, rispondendo alla prima domanda, gran parte delle mie lacune si sono colmate, sono più consapevole di tutti i processi, la mia tecnica si è fatta più sottile, i miei occhi hanno imparato a “vedere”, la mia passione è aumentata notevolmente. Ma il merito dell’ultimo punto non è da attribuire alla teoria da me appresa, ma alla persona che mi ha trasmesso queste cose. Andrea sulla carta è un maestro, un mentore, un “artigiano” come si definisce lui, un artista, una persona colta, uno di altri tempi. Persone come lui ormai sono in via d’estinzione…..vado sul suo profilo su analogica.it e leggo: artista, docente, stampatore BN fine art. Niente di più vero.

Paolo Locci

 


Tornato ieri sera dal corso “Dallo scatto alla Stampa” .
È stato eccezionale! Avere la possibilità di chiarire mille dubbi, chiacchierare di surrealismo e di fisica davanti ad un piatto di ottimo vitello in crosta di pane è stato davvero una splendida esperienza che consiglio a tutti, ne vale sul serio la pena!
Grazie per la pazienza e… conto di tornare presto!

Remo Savelloni

 


… Qui le vacanze sono quasi finite. Da quando sei partito purtroppo non ho avuto tempo di scendere in camera oscura. Solo questi ultimi giorni ho potuto sviluppare quei 4-5 rullini scattati di recente. Ieri ero a casa, solo. Alle undici di mattina ero già in camera oscura, e alle due e mezza della notte Claire è venuta a vedere se ero ancora vivo!Ho fatto tutti i provini, e alle piu carine ho fatto delle stampe piccoline un po di fretta. Poi per provare ho fatto una stampa di un ritratto abbastanza banale, insomma un ricordo delle vacanze. Ebbene è la prima volta che comincio e finisco una stampa e che quando l’ho finita ho il cuore tranquillo perche so che l’ho, davvero, finita! La soddisfazione è alle stelle, anche perche è uscita molto carina!
Insomma non volevo piu andare a dormire… Averlo saputo prima non avrei speso soldi e tempo a provare duemila combinazioni di minchiate: un corso con Maestro Calabresi vale più di qualsiasi Leica o Hasselblad.

Andrea Pacher

 


“Spero che un po’ del carisma del Maestro si sia diffusa ai miei neuroni. Per me è stata la rivoluzione copernicana del sistema analogico. Finalmente tutto torna! Consiglio seriamente a tutti coloro che vogliono capire come si realizza una bella immagina in BN ANALOGICO un corso con Calabresi”

Giò manera

 


Il Maestro ha disegnato il perimetro della mia conoscenza e della mia passione fotografica. Dentro mi ha permesso di portarci tecnica e percezione visiva, amore e rabbia, cultura e critica.
Ora che mi sento un fotografo, so che devo a lui questo privilegio. Se il mio talento fiorisce, è ancora oggi per l’acqua Calabresi.

 


Oggi ho stampato il primo negativo da 4 x 5 Acros. Cavoli! Ma che bombe escono?
Ho applicato i tuoi insegnamenti (contrasto, bruciature, mascherature e sbianca….), la foto non è perfetta perchè sul più bello è finita la carta, ma ho intravisto il possibile risultato finale. Mirabolante. E le grandi possibilità di questi bei negativi.
È stata poi la prima volta che davvero mi sono divertito in camera oscura, forse perchè sapevo (più o meno) come gestire il gioco. Insomma grazie, per la montagna di consigli, dall’ingranditore al corso.

Paolo Bianchi

 


Ho conosciuto Andrea tramite il forum www.analogica.it ed ho iniziato ad approfondire con lui argomenti critici che stavano bloccando la mia espressione fotografica.
Dopo le discussioni sul forum sono iniziati i corsi diretti in camera oscura, sono rimasto assolutamente sbalordito nel vedere la realizzazione dei miei lavori.
La stampa fotografica è un fine lavoro tecnico, manuale e artigianale, certi gesti possono essere appresi solo tramite insegnamento fatto da persone competenti e volenterose.
I corsi che ho frequentato sono stati utilissimi, ho visto dal vivo cosa fare per ottenere certi risultati e inoltre ho conosciuto altri appassionati come me davvero simpaticissimi.
Nel fine settimana scorso ho realizzato da solo la mia prima vera stampa “fine-art”, una soddisfazione immensa…
Mi rendo conto solo ora di quanto sia lungo e complesso il percorso e spero che Andrea non si stufi mai di insegnare!!

Paolo

 


Un suo corso è una esperienza da non perdere per tutti quelli che vogliono migliorare la propria tecnica in Camera Oscura.

Francesco Bosso, http://www.francescobosso.it/ita/bio/biography/

Un vero maestro del bianco e nero fine-art.

Gian Luca Perrone, http://www.gianlucaperrone.com/

Salva

Salva